9 ottobre 2016

Domenica 9 ottobre dalle 10.30
UN’ITALIA SANA DA MORIRE
Incontro con Fabio Massimo Franceschelli e Paola Rinaldi

Inizia un nuovo, ricchissimo ciclo di Domeniche al Teatro Euclide di Roma. Nella splendida cornice della sala nel cuore del quartiere Parioli, tratteremo argomenti interessanti, divertenti, in modo brillante, creando un dialogo con il pubblico presente. Bevendo un caffè offerto da noi, in una mattinata gratuita pensata per riscoprire il gusto della domenica.

Il primo appuntamento della nuova stagione è dedicato a due romanzi pubblicati di recente:

ITALIA di Fabio Massimo Franceschelli
(Del Vecchio editore)
franceschelli-def

Un centro commerciale diventa contenitore di un’umanità alle prese con i suoi inossidabili vizi. Storie e personaggi si incrociano, si sfiorano e si perdono nuovamente tra negozi e corridoi ricolmi di prodotti. Per poi incontrarsi fatalmente nel finale straordinario di una vicenda che racconta chi siamo davvero.


SANI DA MORIRE di Paola Rinaldi
(Sperling & Kupfer)
064978882006hig_3_227x349_exact

A Chianciano gli alberghi termali ospitano centinaia di anziani in cerca di “cure” o forse dell’elisir di lunga vita. Una morte misteriosa richiama l’attenzione mediatica e inizia una grottesca indagine svolta parallelamente da un commissario, da un giornalista e da un’anziana del luogo. Cosa c’è sotto davvero? Una satira avvincente e spietata sulla vita.

Due storie completamente diverse accomunate dallo stesso clima grottesco e da una serie di elementi che discuteremo assieme agli autori. Attori e attrici della Compagnia LABit leggeranno alcuni dei passi più divertenti dei due romanzi.

Coordina: Gabriele Linari, direttore della Compagnia Teatrale LABit.

Leggono gli attori della Compagnia LABit:
Gabriele Linari, Matteo Quinzi, Ambra Quaranta, Emanuele Gabrieli, Giovanni Bonacci.

paola-rinaldiPaola Rinaldi è nata Roma lo stesso anno in cui negli stabilimenti Mattel nasceva la Barbie. Dopo gli studi all’Accademia di Belle Arti e al Laboratorio di Arti Sceniche di Gigi Proietti, nel 1980, non ancora ventenne, fa il suo esordio come Ofelia nell’Amleto di Gabriele Lavia, al quale fa seguito una lunga e fruttuosa carriera teatrale, cinematografica e televisiva. “Sani da morire” è il suo primo romanzo.

franceschelliFabio Massimo Franceschelli (Roma, 1963) è autore che ama svariare tra diversi ambiti letterari: dalla saggistica alla drammaturgia, dalla critica alla narrativa. Laureato in Storia delle Religioni, ha pubblicato saggi e articoli sui moderni sincretismi religiosi. Si occupa di teatro in qualità di drammaturgo e regista. Con il romanzo “Italia”, recentemente pubblicato da Del Vecchio Editore, è stato finalista dell’edizione XVIII del Premio Italo Calvino e della prima edizione del Premio Opera Prima (POP 2016).

Alcune foto della mattinata scattate da PIERO BONACCI: